Provincia di Nuoro

I siti culturali della Provincia di Nuoro

sardegna terra unica official small

La Sardegna è la patria del muralismo italiano e Orgosolo ne rappresenta la "capitale". Molti muri delle abitazioni del paese barbaricino ospitano, infatti, ben 150 dipinti che attirano ogni anno migliaia di turisti. Il primo murale a Orgosolo fu ralizzato, nel 1969, da un gruppo di anarchici milanesi facenti parte di un gruppo chiamato Dionisio. Il vero e proprio fenomeno muralistico cominciò, però, nel 1975, quando il professor Francesco del Casino e i suoi alunni della scuola media di Orgosolo iniziarono a realizzare nuovi murales.

La maggior parte sono di carattere politico e raccontano le fatiche e le grandi conquiste della comunita' orgolese. Tratto distintivo di molti murales di Orgosolo è lo stile cubista. Ma, nel tempo, si sono arricchiti di altri stili artistici, come il trompe l'oeil o il surrealismo.
Il loro linguaggio e' semplice e si avvale di didascalie, spesso in dialetto orgolese.

 

Sito internet 

Visita guidata ai murales

 

Coordinate: 40.1762649,9.3955918

 

 

Situata nel cuore dell'isola, tra Barbagia e Ogliastra, la gola di Gorropu, con i suoi oltre 500 m di altezza e una larghezza che varia dai 4 metri ad alcune decine, è considerata il canyon più profondo d'Italia e uno dei più profondi d'Europa. La gola è stata scavata e modellata nel tempo dalla forza del rio Flumineddu che scorre sul fondo, a una profondità di 500 metri. Ci si trova in una delle zone più selvagge dell’isola e per affrontare i percorsi è consigliabile affidarsi a società escursionistiche locali e munirsi di adeguata attrezzatura tecnica. L’area è ricoperta da spettacolari esemplari di ginepro, tassi millenari, foreste di leccio e da diverse specie mediterranee, habitat di esemplari tipici della fauna sarda, quali aquila reale e muflone.

Indirizzo: Strada Statale 125 km 183 - Urzulei (NU)

Organismo gestore dei servizi escursionistici: Società Chìntula s.n.c.

Sito internet

Telefono: 328.8976563 – 328.5748917 (ITA) anche WhatsApp
Mobile: 0039.389.4208595 (DE-FR-UK-ES) also WhatsApp

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: sessagesimali 40°11′7″N,9°30′6″E -  decimali 40.185278°,9.501667°

Dal cuore dell’abitato di Siniscola, in via Olbia, si accede alla bellissima grotta di Gana ’e Gortoe. La grotta, utilizzata fin dalla Preistoria (come dimostra il vasellame rinvenuto all'interno) e durante il Novecento come rifugio anti aereo, presenta un ampio ingresso che si restringe in un cunicolo. Oltrepassata la strettoia, si possono ammirare stalattiti e conformazioni di notevole suggestione e il percorso si snoda sul letto del fiume che, per buona parte dell’anno, è percorribile a piedi grazie al ridotto livello dell'acqua. In questa grotta vive una particolare specie endemica del territorio siniscolese: il geotritone del monte Albo, anfibio presente solo in questa zona della provincia di Nuoro.

Indirizzo: via Olbia - Siniscola (NU)

Organismo gestore dei servizi culturali: Associazione LEA Hydromantes

Sito internet

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Telefono: 3289631199 – 3939781254 – 3925542939

 

Coordinate: sessagesimali 40°34'40"N 9°41'37"E

Eretta su una piccola altura, l'edificio romanico domina l'abitato. Scavi archeologici, effettuati all'interno della chiesa di San Nicola in occasione dei restauri, hanno rivelato la preesistenza di una chiesa altomedievale, forse monastica. L'edificio divenne cattedrale della diocesi di Ottana e fu ricostruito entro il 1160, data delle consacrazione. La chiesa è caratterizzata, all'esterno, da una singolare bicromia data dall'alternanza del basalto nero-violaceo, utilizzato per le mura, con la trachite rosa usata per arcate e colonnine. L’interno con pianta a croce commissa, invece, è in trachite scura. All'interno è conservato un importante dipinto trecentesco conosciuto come Pala di Ottana. Si tratta di un polittico a tempera su tavola, attribuito al Maestro delle tempere francescane.

Indirizzo: via Papa Giovanni XXIII, 11 - Ottana (NU)

Telefono Parrocchia: 0784 75606

 

Coordinate: sessagesimali 40°13′59.7″N,9°2′32.4″E - decimali 40.23325°,9.042333°

La Stazione dell’arte è il punto di arrivo dell’ambizioso progetto che l'artista Maria Lai e il paese di Ulassai hanno coltivato per oltre un trentennio. Il museo d'arte contemporanea custodisce la più grande collezione pubblica di opere donate dall'artista ulassese che, attraverso il tema del filo, coniuga la tradizione sarda con i linguaggi dell’arte contemporanea. La Stazione dell’arte, realizzata nel 2006, occupa i tre caseggiati della vecchia stazione ferroviaria del paese. Gli spazi, sono stati ristrutturati in un moderno Museo d’Arte Contemporanea, che non si limita ad accogliere le opere donate, dall’artista, ma si apre ad altre discipline artistiche come la musica e il teatro e in particolare, si impegna in un importante lavoro di educazione alla lettura delle opere d’arte.

Indirizzo: ex Stazione Ferroviaria S.P. 11 - Ulassai 

Organismo gestore dei servizi culturali: Fondazione "Stazione dell'arte"

Sito internet 

Telefono: 0782 787055

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: sessagesimali 39°49′6.37″N,9°29′57.59″E - decimali 39.818436°,9.499332°

Situato nel centro storico di Nuoro, il MAN è un museo, unico nel suo genere in Sardegna, votato allo studio, alla conservazione e alla promozione dell’arte moderna e contemporanea. L'istituzione, dal 1999, persegue i propri obiettivi culturali attraverso molteplici attività: realizzazione di progetti espositivi dedicati ai linguaggi visivi contemporanei e alla storia dell’arte dal XIX al XXI secolo, sviluppo di programmi di formazione, mediazione e didattica per tutti i livelli di pubblico. Dal 2004 il MAN fa parte di AMACI, l’Associazione nazionale dei musei d’arte contemporanea.

Indirizzo: via Sebastiano Satta, 27 - Nuoro (NU)

Sito internet 

Telefono: 0784252110

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: 40.3214448,9.3336531

 

Nato nel 1995 nell'antico lavatorio del paese, il museo è dedicato alla figura di Costantino Nivola, uno degli artisti sardi più importanti del Novecento. La collezione permanente raccoglie oltre duecento sculture, dipinti e disegni che documentano originalità e capacità artistiche di Nivola. L'artista coniugava valori, storia e tradizioni della sua terra con ispirazioni creative, maturate da incontri con diversi protagonisti dell’arte del modernismo: Le Corbusier, Jackson Pollock, Saul Steinberg, Willem de Kooning, Alexander Calder e molti altri. Lasciata la Sardegna da giovane, si trasferì negli Stati Uniti, dove si formò e ricoprì incarichi in prestigiose società, che gli commissionarono la realizzazione di opere di vario genere.

Indirizzo: via Gonare, 2 - Orani (NU)

Organismo gestore: Fondazione Costantino Nivola

Sito internet

Telefono: 0784730063

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: sessagesimali 40°14′49.39″N,9°10′48.52″E - decimali 40.247052°,9.180145°

Ospitato in un’ala del museo della Civiltà Pastorale e Contadina il museo Multimediale del Canto a Tenore nasce con l'intento di fare conoscere questo particolare tipo di canto unico al mondo, proclamato Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, che rappresenta l’espressione culturale di un’ampia parte della Sardegna. Museo innovativo e affascinante dove la multimedialità la fa da padrona: le quattro sale sono dotate di postazioni multimediali con schermo e cuffie, colonne audiovisive, numerosi CD e videoclip per raccontare al meglio una tradizione che affonda le proprie radici nella notte dei tempi. 

Via Goffredo Mameli, 52 - Bitti (NU)

Organismo gestore: Cooperativa Istelai

Sito internet

Telefono: 0784 414314 - 333 3211346 

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: lLatitudine: 40.477375 - longitudine: 9.381266

Il museo nasce con l'intento di costituire un luogo di contatto tra l'universo culturale del piccolo paese del nuorese, noto in tutto il mondo per le sue maschere tradizionali - i Mamuthones e gli Issohadores - e le regioni mediterranee che, attraverso le rappresentazioni e le maschere di Carnevale, svelano una comunione di storia e di cultura.

Indirizzo: Piazza Europa, 15 - Mamoiada (NU)

Organismo gestore: Viseras Società Cooperativa

Sito internet 

Telefono: 0784569018 - 078456719

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: 40.2110011,9.2835321

 

Il museo è dedicato a Grazia Deledda, unica donna italiana ad avere ricevuto il premio Nobel per la letteratura, nel 1926, e ha sede nella sua casa natale di cui conserva mobili e cimeli. Manoscritti, fotografie, documenti e numerosi oggetti personali raccontano la storia della scrittrice nuorese, il suo tormentato legame con la sua città natale e le vicende, personali e letterarie, della sua vita a Roma.

Indirizzo: via Grazia Deledda, 42 - Nuoro

Organismo gestore: Istituto Superiore Regionale Etnografico

Sito internet 

Telefono: 0784258088 / 0784242900

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: sessagesimali 40°19′25.54″N,9°20′12.65″E - decimali 40.32376°,9.336848°

Scarica Àndala App

Android apk download

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Con la cultura si possono fare grandi cose

Translate

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui.

Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina