Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Chiesa di Nostra Signora di Tergu (Tergu)

La chiesa di Sancta Maria de Therco, è una delle massime espressioni dell'architettura romanica in Sardegna. Nel sito in cui si erge la chiesa, nel Medioevo, sorgeva il più importante monastero benedettino dell'Anglona, sede di priorato cassinese, al quale la chiesa di Santa Maria (o Nostra Signora) di Tergu era annessa. La sua fondazione è probabilmente da attribuire al giudice di Torres Mariano I, che regnò tra il 1065 e il 1082, e alla sua costruzione parteciparono maestranze lombarde e pisane. La chiesa è realizzata in blocchi di trachite rossa e pietra calcarea chiara e sul lato sinistro della facciata si eleva un massiccio campanile a canna quadrata che dona slancio alla struttura. Anche qui, come in altre chiese romaniche dell'isola, sono presenti le “orme” di pellegrino, graffiti a forma di plantare di scarpa, che testimoniano l'esistenza di itinerari devozionali in Sardegna.

Viale dei Benedettini, Tergu (SS)

Sito web del Comune di Tergu

 

Coordinate: Sessagesimali 40°52′16″N,8°43′13″E - Decimali 40.871111°,8.720278°



Condividi l'articolo: Condividi

Cerca

Seguici sui nostri canali

Festival Morròculas

morroculas

Translate

Con la cultura si possono fare grandi cose

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Orgosolo, paese dei murales

    La Sardegna è la patria del muralismo italiano e Orgosolo ne rappresenta la "capitale". Molti muri delle abitazioni del paese barbaricino ospitano, infatti, ben 150 dipinti che attirano ogni anno...

  • Anfiteatro Romano di Cagliari

    Realizzato tra la fine del I e l'inizio del II secolo d.C., scavando nella roccia, rappresenta il più importante monumento di età classica esistente oggi in Sardegna. In origine aveva un perimetro di 120...

  • Chiesa e monastero di San Pietro di Sorres (Borutta)

    Edificata nei secoli XI-XII, come cattedrale della scomparsa diocesi di Sorres, probabilmente fu completata nel 1200 a opera di quel Mariane Maistro che ha lasciato la sua firma nel gradino...

  • Museo archeologico (Olbia)

    Il Museo illustra la storia della città antica e del territorio di Olbia, dalla preistoria al secolo XIX, con particolare riferimento alle fasi fenicia, greca, punica e romana dell'area urbana e...

  • Parco naturale regionale Molentargius - Saline (Cagliari)

    Il Parco di Molentargius, istituito nel 1999, è una zona umida di valore internazionale tra le più importanti in Europa. Costituisce, infatti, un raro esempio al mondo di ecosistema presente in aree...

Dal nostro archivio

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

  • S’ORÌGINE DE SOS NÙMENES DE SOS GIUIGADOS

    S’esistèntzia de una limba protosarda, ispèrdida in s’Ìsula cun sa lòmpida martziale de sos Romanos, est ladina e si manifestat cun fortilesa in sos nùmenes de sos Giuigados sardos, sos chi, a una prima...

  • NOAS. Cherèmule. Biàgiu pro su pro su Parcu de sos giogos in s’abba.

    NOAS. Cherèmule. Biàgiu pro su pro su Parcu de sos giogos in s’abba. In sa setziada de su 19 de làmpadas 2019, sa Giunta Comunale de Cherèmule at deliberadu de organizare unu biàgiu in su “Parcu de sos...

  • Primas pàginas: 05/11/2014

    Fogos, tzerachias e sanidade Mancari chi sas novas in pitzu de sos fogos siant tìpicas de sas editziones istadiales de sos giornales sardos, acò chi La Nuova Sardegna aberit contende·nos sa timòria de...

  • Tiesi: sa de 18 editziones de su "Prèmiu Seunis"

    TIESI. S'assòtziu culturale “Seunis” at bandidu sa de 18 editziones de s'omònimu “Prèmiu de literadura in limba sarda”. Sos poetas bi podent leare parte imbiende sas òperas issoro intro e non prus...

  • NOAS. Sìligo. Iscritziones a sas atividades pro s’istiu 2019.

    NOAS. Sìligo. Iscritziones a sas atividades pro s’istiu 2019.  S’Àrea de sas polìticas pro sos giòvanos, pro s’isport e pro sa cultura de sa Comuna de Sìligo, faghet ischire chi fintzas a sa die de...

  • Primas pàginas: 21/11/2014

    Dinare alluvione? Neghe de sos amministradores locales. Litzentziamentos? Neghe de chie impitat Facebook Duas novas diversas aberint oe La Nuova Sardegna e L'Unione Sarda. In su giornale tataresu si sighit...

  • Tributos. Sa lìtera de su Sìndigu Soletta a sos tzitadinos de Tiesi

    Cun-tzitadinos istimados, cun custa comunicatzione s'amministratzione bos dat a ischire cales sunt sas printzipales novidades finantziàrias e tributàrias pro su 2014. Cunsiderende sas preguntas...

  • Cherèmule: Un’ingegneri sena tìtolu

    Un’ingegneri sena tìtolu Gasi s’est definidu Tziu Andrea Pittalis de Cherèmule classe 1914. Emmo Tziu Andrea su 7 de santandria, lompet chentu annos, deus lu mantenzat!  Babbu de chimbe fìgios chi si...

  • Su caminu de sas nieras de su Monte Pèalu, dae Boruta a Monte Mannu

    Una borta essidos dae Boruta cara a Tiesi si leat su caminu a manu destra chi pigat a Monte Pèalu, su territòriu est partzidu intre sos comunes de Tiesi, Bessude, Sìligo, Bunnànnaru e Boruta. Sa...

  • Ufìtziu Sovracomunale de sa Limba Sarda

    Dae cras at a abèrrere s'Ufìtziu Sovracomunale de sa Limba Sarda de su Meilogu in sas biddas de Boruta, Turalva, Tiesi, Giave, Itireddu, Cherèmule.

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Scarica Àndala App

Android apk download