Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Pinacoteca Nazionale di Sassari

Il museo si trova all'interno dell’ex Collegio gesuitico del Canopoleno, storico edificio nel centro di Sassari. La Pinacoteca ospita le importanti collezioni d’arte Tomè e Sanna, oltre a un certo numero di opere di varia provenienza. Il suo patrimonio artistico è costituito da oltre 490 tra dipinti, sculture e manufatti compresi in un arco temporale che va dal Medioevo alla metà del Novecento. Tra le opere principali, il trittico attribuito al fiorentino Mariotto di Nardo (notizie 1394-1424) e le tavole del cosiddetto Maestro di Ozieri (metà XVI secolo). Le opere più significative sono tuttavia quelle degli artisti sardi dell’Ottocento e primo Novecento (Giovanni Marghinotti, Antonio Ballero, Filippo Figari, Giuseppe Biasi, Carmelo Floris, Pietro Antonio Manca, Mario Delitala, Stanis Dessy, Eugenio Tavolara) e la raccolta di opere grafiche di Giuseppe Biasi e Stanis Dessy.

Piazza Santa Caterina, 4 - Sassari (SS)

Sito web Pinacoteca nazionale -  Sito Web Musei della Sardegna

Telefono 079231560

email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: sessagesimali 40°43′38.03″N,8°33′34.52″E - decimali 40.72723°,8.559588°



Condividi l'articolo: Condividi

Festival Morròculas

morroculas

Seguici sui nostri canali

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

Con la cultura si possono fare grandi cose

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Gola di Gorropu (Urzulei)

    Situata nel cuore dell'isola, tra Barbagia e Ogliastra, la gola di Gorropu, con i suoi oltre 500 m di altezza e una larghezza che varia dai 4 metri ad alcune decine, è considerata il canyon più...

  • Museo archeologico (Olbia)

    Il Museo illustra la storia della città antica e del territorio di Olbia, dalla preistoria al secolo XIX, con particolare riferimento alle fasi fenicia, greca, punica e romana dell'area urbana e...

  • San Pietro del Crocefisso - o delle Immagini (Bulzi)

    Risalente al secolo XII, in stile romanico, la chiesa è nota anche con il nome di San Pietro delle Immagini probabilmente per via di un gruppo ligneo duecentesco della Deposizione di Cristo dalla...

  • Nuraghe Arrubiu (Orroli)

    Si tratta del nuraghe più grande della Sardegna e l'unico con cinque torri, tra quelli finora indagati. Viene chiamato Gigante rosso, arrubiu in sardo, per il caratteristico colore rosso dei licheni che...

  • Castello di Serravalle o castello Malaspina (Bosa)

    Il castello fu edificato sul colle di Serravalle, sovrastante l'abitato di Bosa, dall'antica famiglia toscana dei Malaspina intorno alla seconda metà del secolo XIII. Nella vasta piazza d'armi si...

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Scarica Àndala App

Android apk download

Cerca nel sito

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

  • COMUNE DE TURALVA - Abertura eco - tzentru comunale nou

        COMUNE DE TURALVA     Regorta diferentziada de sos refudos     Abertura eco- tzentru comunale nou     Si informat sa populatzione chi, partende dae sàbadu 28 de Austu 2021, dae sas 09.00 a sas12.00, at a...

  • Primas pàginas: 02/10/2014

    Iscudende un'ograda a sos giornale de oe bidimus chi sa chistione de sa mobilidade aèrea no est petzi ligada a Meridiana e a sa punna sua de si liberare de prus de 1500 traballadores. B'amus finas...

  • Ufìtziu Sovracomunale de sa Limba Sarda

    Dae cras at a abèrrere s'Ufìtziu Sovracomunale de sa Limba Sarda de su Meilogu in sas biddas de Boruta, Turalva, Tiesi, Giave, Itireddu, Cherèmule.

  • Milli mortos

    S’istatìstica aberit sos giornales de oe. «Milli mortos (La Nuova) in ùndighi meses, cun una crèschida de sos detzessos in custu ierru. Ma b’at unu datu positivu. Sa cursa de su contàgiu paret...

  • NOAS dae Bessude. Cursu de “Ginnàstica Durche”.

    Cursu de "Ginnàstica Durche".  In sa setziada de sa Giunta de su 24 de santugaine 2018 s’Amministratzione Comunale de Bessude,  ghiada dae Roberto Marras, at deliberadu de dàere unu contributu econòmicu...

  • COMUNE DE TURALVA - Bonos de ispesa emerghèntzia alimentare COVID

    COMUNE DE TURALVA   Descritzione   Si dat a ischire a sa bidda chi s'est aberta a nou una protzedura de presentare dimandas pro lograre bonos de ispesa. Sos mollos pro presentare sa rechesta de...

  • S’unturzu

  • COMUNE DE BESSUDE - DISTRIBUTZIONE DE ABBA PRO USU AGRÌCULU

      COMUNE DE BESSUDE S’Amministratzione Comunale, a tales de parare fronte a sa sicagna de su perìodu istiale, ponet a disponimentu de sos operadores agrìculos/allevadores cun sede legale e operativa in custu Comune...

  • ELETZIONES COMUNALES BESSUDE - AVISU

        COMUNE DE BESSUDE PROVÌNTZIA DE TÀTARI ELETZIONE DERETA DE SU SÌNDIGU E DE SU CONSÌGIU COMUNALE DE SU 25/26 DE SANTUGAINE 2020 UFÌTZIU ELETORALE   SI DAT A ISCHIRE CHI: PRO LOGRARE SOS...

  • Bandidos e foressidos in su Logudoro de su 1600

    In su Logudorode su de XVII sèculos, in ue moriant de morte mala unas 300 personesa s’annu, dominaiant sas trumas de bandidos ghiadas dae Manùtziu Flore (1610-1612, Costera), dae Filipu de Campus...

Dal nostro archivio