Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Giardino Sonoro Pinuccio Sciola (San Sperate)

Un museo all’aperto per conoscere il genio e l’arte di Pinuccio Sciola. Il Giardino Sonoro è un luogo che custodisce pietre megalitiche, pervaso dal profumo degli agrumi. Uno spazio artistico senza tempo, che mette d’accordo tutti i sensi e li amplifica. In questo giardino incantato le guide accompagnano i visitatori alla scoperta dei suoni che cambiano a seconda dei diversi materiali utilizzati e delle lavorazioni eseguite. Si tratta di un modo diverso di assaporare l’arte, uno spazio culturale, in cui si può persino partecipare in prima persona e provare l’emozione di suonare le pietre e scoprire il suono ancestrale rimasto rinchiuso all’interno della materia per millenni.

Via Oriana Fallaci - San Sperate 

Sito internet 

Telefono: 3245875094

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: latitudine 39.357192 - longitudine 8.997513



Condividi l'articolo: Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

  • COMUNE DE TURALVA - Prenotatzione vatzinu

      COMUNE DE TURALVA   Si informat chi in s' Hub de Tiesi protzedet sa campagna vatzinale anticovid a manera sighida, pro mèdiu de prenotatzione pro sas primas e sas segundas doses Pfizer (in s'isetu de...

  • Itireddu: "Ìtiri fustialbos in sos annos chimbanta"

     Ìtiri fustialbos in sos annos chimbanta. FIANT ANNOS DE POBERTADE, DE ECONÒMIA AGROPASTORALE…………. Sos abitantes de Itiri Fustialbos in sos primos annos chimbanta, posca de sa de duas gherras...

  • Cussìgios pro lèghere: Su trenu de Istanbul

    Dae sa tzitade belga de Ostenda a sa segunda Roma, Costantinòpoli, s’Istanbul de sos Otomanos. Unu tessìngiu longu e intritzadu, cosidu dae s’agu de su mìticu “Orient Express”, trenu de distàntzia...

  • Bunnànnaru: prelievos AVIS

  • In Giave aberit torra s’ufìtziu de limba sarda

    Dae s’ùrtima chida de maju in sa biblioteca de Giave, su gioja mangianu dae sas 9.30 a sas 12.00 e su gioja a borta de die dae sas 16.00 a sas 19.00, est abertu torra s’ufìtziu de limba sarda....

  • Semmu di Sàssari e semmu li più forthi

    «Unu tzentru mannu pro sos vatzinos in sa Fiera de Casteddu pro s’Àrea metropolitana. S’ìsula s’est preparende cun s’ispera chi crescant sas fruniduras. Galu polèmicas pro sos avisos via sms a sos...

  • Crònaca curtza de su patrimòniu buscaritzu sardu - parte 3

    S’istòria de su litu iscanesu podet èssere unu paradigma de s’atzione coloniale e violenta operada subra su patrimòniu forestale sardu. In su 1818 su Visurei piemontesu Donnu Ignàtziu Thaon de...

  • Sos primos arrivos controllados, isperende chi su biancu gasi abarret

    Sas primas pàginas de oe nos contant sos controllos comintzados eris in sos portos e in sos aeroportos de Sardigna. «Sa màchina de sos controllos intrende a Sardigna – La Nuova - movet sos primos...

  • COMUNE DE BESSUDE - Mustra "Bellum Sardum 215 a.C."

      COMUNE DE BESSUDE BELLUM SARDUM 215 A.C. Si podet visitare sa mustra dae su 11 de LÀMPADAS A SU 20 de CABUDANNI 2021 in su Museu MU.ME, in Carrera de Roma n. 24,  dadu chi siat apuntamentu...

  • Zat, zona arba tzertificada?

    «Solinas “blindat” sa Sardigna» «Su guvernadore Solinas annùntziat una medida risoluta “in antis meda chi lompat s’istiu”. A Sardigna s’at a pòdere bènnere “petzi vatzinados o cun tzertificadu de...

Cerca nel sito

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Antica Città di Sulky (Sant’Antioco)

    I Fenici scelsero l'isola di di Sant'Antioco per fondare, nell’VIII secolo a.C, la loro prima città sarda, Sulky, da cui deriva il nome del territorio sud-occidentale dell'isola. La città conserva...

  • Basilica di Santa Maria del Regno (Ardara)

    Eretta all'inizio del secolo XII in stile romanico-pisano con flussi lombardi, la chiesa custodisce un patrimonio artistico di eccezionale valore. La facciata, molto austera, è stranamente orientata a sud...

  • Museo dell'ossidiana (Pau)

    Il moderno museo sorge alle pendici del monte Arci e si sviluppa intorno alla tematica dello sfruttamento, in età preistorica e protostorica, dell’ossidiana, pietra vulcanica vetrosa utilizzata fin...

  • Museo archeologico (Olbia)

    Il Museo illustra la storia della città antica e del territorio di Olbia, dalla preistoria al secolo XIX, con particolare riferimento alle fasi fenicia, greca, punica e romana dell'area urbana e...

  • Basilica di San Simplicio (Olbia)

    Sorta sulla sommità di una collina di fronte alla stazione ferroviaria di Olbia, in corrispondenza dell'antica necropoli romana, la chiesa fu costruita tra la fine dell'XI e la metà del XII secolo....

Dal nostro archivio

Seguici su WhatsApp e Telegram

Unisciti ai nostri canali WhatsApp e Telegram per ricevere gli aggiornamenti di Àndala noa (Info)

Seguici sui nostri canali

Scarica Àndala App

Android apk download

Con la cultura si possono fare grandi cose