Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Museum Ampuriense (Castelsardo)

Allestito all'interno della cattedrale della storica diocesi di Ampurias, a strapiombo sul golfo dell’Asinara, il museo è uno scrigno d’arte che conserva opere preziose quali stupendi altari lignei, il più grande organo a canne settecentesco del territorio, inestimabili argenti e le statue policrome dei santi d'intaglio toscano e napoletano. Su tutte le opere primeggia il retablo della Madonna con bambino e angeli musicanti, datato al secolo XV, opera del cosiddetto “Maestro di Castelsardo", oggi collocato sull’altare maggiore della chiesa di Sant’Antonio abate attigua al museo.

Indirizzo: c/o cattedrale di Sant'Antonio Abate, via Manganella, 42 – Castelsardo (SS)

Organismo gestore servizi culturali: Associazione culturale "Tramar"

Contatti: www.museumtempioampurias.it 

Telefono:  3392454387 / 3286527384 / 3289573581

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinate: decimali: 40.916526 8.7133352



Condividi l'articolo: Condividi

Scarica Àndala App

Android apk download

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Con la cultura si possono fare grandi cose

Translate