Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Alla Corte di Adelasia: storia di una cena...

L'organizzazione di una cena storica inizia almeno un mese prima dell'evento.
Si stabilisce il periodo da rappresentare e si studiano personaggi ed eventi che ne hanno caratterizzato la storia.
Inizia poi la ricerca delle ricette e degli ingredienti e si sperimentano le pietanze da offrire ai commensali, si studia l'ambientazione adatta e si allestisce la “location”.

Vengono poi coinvolti i figuranti e si organizza l'animazione.

Ma il vero lavoro inizia qualche giorno prima dell'evento: dalle cucine esce il profumo di spezie, di formaggio, di carne e di legumi.
Nella sala, in fase di allestimento, si iniziano a posizionare tavoli, appendere lanterne, disporre drappi, scudi e lance.
Poi gli ultimi dettagli, fondamentali, che rendono unico l'evento.
Arriva il gran giorno, frenetico e adrenalinico. Quello in cui, indubbiamente, si lavora di più: le persone addette alla cucina lavorano senza sosta, il personale di sala si dedica ai commensali, i musici e il giocoliere allietano la cena.

Questo preambolo era doveroso per ringraziare tutte le persone che hanno contribuito alla riuscita della cena: ricerca storica, sartoria, allestimento, menù, cucina, servizio ai tavoli e animazione, smantellamento, pulizia e facchinaggio.
Dietro tutto questo c'è una squadra fatta di persone che hanno dedicato tanto tempo all'organizzazione dell'evento.
Un grazie gigante ai figuranti e a chi ha messo a disposizione le lance e gli scudi, necessari a creare l'ambientazione adeguata:

 Gruppo Medievale Antica Turabolis

 I Musici Il Popolo dai Mille Colori

Il giocoliere-sputafuoco Matteo Ruzzu

 Gruppo storico Medievale Norbello

 Il sig. Antonio Bandino della Compagnia Amici Del Borgo Sanluri.

E per finire, un ringraziamento speciale ai commensali che hanno preso parte al banchetto!


Alla prossima cena...



Condividi l'articolo: Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

Cerca nel sito

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

Dal nostro archivio

Seguici su WhatsApp e Telegram

Unisciti ai nostri canali WhatsApp e Telegram per ricevere gli aggiornamenti di Àndala noa (Info)

Seguici sui nostri canali

Scarica Àndala App

Android apk download

Con la cultura si possono fare grandi cose