Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

"Ragionare per radici" - lezione aperta su uno dei tanti "segreti" della lingua araba

Asrar al-lugha, i segreti della lingua. Così i grammatici arabi intitolavano spesso i loro studi sulla grammatica. In effetti, per fare propria una lingua occorre andare in profondità, scandagliare i fondali, scoprirne i segreti, arrivare alle radici.

RAGIONARE PER RADICI

 

Venerdì 28 febbraio, a svelare uno di questi segreti agli studenti del corso di lingua araba di Tempio Pausania, promosso dall’Associazione culturale “Àndala noa” e gentilmente ospitato dalla libreria Bardamù, sarà la professoressa Iolanda Guardi, docente universitaria e Presidente del Centro Stui ILA, a Milano.
La professoressa Guardi proporrà agli studenti un percorso didattico alla scoperta della lingua araba a partire dalle radici che formano le parole e che alle parole danno senso, in un sistema di relazioni.
Durante l'incontro gli studenti potranno anche conoscere meglio i tratti distintivi e le possibilità offerte dal Progetto ILA, a cui si deve la prima certificazione delle competenze linguistiche in lingua araba secondo i parametri del QCER.

Un progetto che già nel nome (ILA in arabo corrisponde alla preposizione italiana "verso") suggerisce un orizzonte a cui guardare, un percorso da intraprendere, una sentiero da seguire e nuovi passi da compiere. Verso la conoscenza della lingua araba, ovviamente.

Chi fosse interessato a partecipare all'incontro deve effettuare l'iscrizione contattando il numero 3402451012.



Condividi l'articolo: Condividi

Cerca

Seguici sui nostri canali

Festival Morròculas

morroculas

Translate

Con la cultura si possono fare grandi cose

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Museo deleddiano (Nuoro)

    Il museo è dedicato a Grazia Deledda, unica donna italiana ad avere ricevuto il premio Nobel per la letteratura, nel 1926, e ha sede nella sua casa natale di cui conserva mobili e cimeli. Manoscritti,...

  • Nuraghe Santu Antine (Torralba)

    Il nuraghe trilobato Santu Antine, chiamato anche sa domo de su re (la casa del re), è uno dei nuraghi più maestosi e importanti della Sardegna. Il nuraghe, edificato durante l'età del bronzo medio...

  • Museo dell'Intreccio Mediterraneo (Castelsardo)

    Il Museo dell’Intreccio Mediterraneo, ospitato nelle sale del Castello dei Doria, è dedicato all'antica arte dell'intreccio. Tra le viuzze del borgo medievale, ancora oggi, è possibile vedere le...

  • Gola di Gorropu (Urzulei)

    Situata nel cuore dell'isola, tra Barbagia e Ogliastra, la gola di Gorropu, con i suoi oltre 500 m di altezza e una larghezza che varia dai 4 metri ad alcune decine, è considerata il canyon più...

  • Necropoli di Anghelu Ruju (Alghero)

    La Necropoli di Anghelu Ruju è uno dei siti archeologici più importanti della Sardegna poiché ospita uno fra i più antichi e vasti cimiteri preistorici dell'isola. Le tombe, 38 domus de janas...

Dal nostro archivio

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Scarica Àndala App

Android apk download