Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Pessoa, poeta de s'ànima

Fernandu Antoni Nogueira Pessoa est nàschidu su 13 de Làmpadas de su 1888, in Lisbona. Iscritore, poeta e aforista de gabbale est istadu una de sas boghes prus de importu non tames de sa literadura portughesa ma tambene de cussa mundiale. Figura enigmàtica e de lèghida difìtzile, ammajada dae sos segretos oscuros de s’ocultismu e de su mistitzismu, Pessoa at a campare sas dies suas de giornalismu, de cummèrtziu, de publitzidade e, craru, de literadura.

Sas òperas suas ant a èssere firmadas siat cun su nùmene suo pròpiu, siat cun eterònimos diversos che Alberto Caeiro, Ricardo Reis, Alvaro de Campos, Bernardo Soares, agiomai a testimongiare sa presèntzia intro de s’autore etotu de personalidades diferentes, a onni modu totas frunidas de una visione de su mundu particulare e autònoma. Un’ischitzofrenia positiva, amus a nàrrere.

Pessoa at annoadu culturalmente s’iscena literària portughesa, essende istadu abertu meda cara a cussas currentinas innovativas de su tempus, che su modernismu e su futurismu. In vida sua at a publicare pagu cosa, petzi unos cantos testos pro rivistas, ultres de su poema èpicu Mensagem (Messàgiu) e de sos sonetos in inglesu, limba chi s’iscritore connoschiat a primore promores de àere coladu parte de sa pitzinnia sua in Sudàfrica, in sa tzitade de Durban.

Su meda de sa produtzione sua at a èssere agatada in una càssia -  a pustis de sa morte de s’autore - e publicadu tando ebbia. In su primu volùmene de su Livro do Desassossego por Bernardo Soares leghimus sa fràsia famada “Minha pátria é a língua portuguesa” (Sa pàtria mia est sa limba portughesa), manifestu de s’importu de sa limba in su fràigu de sa cussèntzia natzionale de cada pòpulu de su mundu.

Publicamus inoghe una cantzone sua, furriada in Sardu dae su chi iscriet:

 

Su chi mi dolet no est

 

Su chi mi dolet no est

su chi s’agatat intro de su coro

ma sas cosas galanas

chi mai ant a esistire.

 

Sunt sas formas sena forma

chi nche colant sena chi su dolu

las potzat connòschere,

o bisare, s’amore.

Comente si sa tristura

Esseret un’àrbore

Chi a un’a una

Perdet sa fògia

Intre sa sèmida e sa nèula

 

 

A incuru de Antoni Flore

 

pessoa



Condividi l'articolo: Condividi

Cerca

Seguici sui nostri canali

Festival Morròculas

morroculas

Translate

Con la cultura si possono fare grandi cose

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Area archeologica "Su Nuraxi" (Barumini)

    Scoperta e portata alla luce nel corso degli anni Cinquanta dal grande archeologo Giovanni Lilliu, l’area è costituita da un imponente nuraghe complesso, costruito in diverse fasi a partire dal XV...

  • Nuraghe Santu Antine (Torralba)

    Il nuraghe trilobato Santu Antine, chiamato anche sa domo de su re (la casa del re), è uno dei nuraghi più maestosi e importanti della Sardegna. Il nuraghe, edificato durante l'età del bronzo medio...

  • Museo Storico della Brigata Sassari (Sassari)

    Museo di storia militare ubicato al piano terra della caserma La Marmora, sorta nel sito dell'antico castello aragonese di Sassari. È stato realizzato per ricordare le gloriose tradizioni della...

  • Basilica di Sant'Antioco di Bisarcio (Ozieri)

    Eretto su un colle e circondato da una vasta pianura, l'edificio monumentale, con i suoi dieci metri di altezza, rappresenta una delle più imponenti chiese romaniche della Sardegna. La cattedrale,...

  • Museo Archeologico Nazionale di Cagliari

    La nascita del museo archeologico di Cagliari risale al 1800, quando il Viceré Carlo Felice, su proposta del Cavaliere Lodovico Baylle, fece allestire in una sala del palazzo Viceregio il Gabinetto...

Dal nostro archivio

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Scarica Àndala App

Android apk download