Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Cherèmule: Un’ingegneri sena tìtolu

Cheremule 3 SS

Un’ingegneri sena tìtolu

Gasi s’est definidu Tziu Andrea Pittalis de Cherèmule classe 1914. Emmo Tziu Andrea su 7 de santandria, lompet chentu annos, deus lu mantenzat!  Babbu de chimbe fìgios chi si nde incurant cun sas mugieres e sos maridos. Est un’òmine allegru,prenu de vida e de gana de fàghere semper,  lùghidu de conca e cun una memòria de ferru, prus de nois chi amus unos cantos annos de mancu, s’ammentat onni peràula de s’arresonu chi Mussolini aiat fatu cando s’Itàlia aiat cumintzadu sa gherra in Lìbia. Faghiat su picapedreri, in vida sua at traballadu prus de 4.000 metros cubos de pedra  e, cando torraiat dae su traballu  faghiat puru s’arveri a chie bi lu pediat.  At traballadu sa pedra pro medas òperas pùblicas  e privadas posca de sa segunda gherra manna, in Cherèmule,in Thiesi, in su bacinu de su Flumendosa e in sa bonìfica de sos terrinos a giru de Cherèmule, Cossoine e Turalva   in ue segaiat e ammaniaiat sa pedra  chi s’impitaiat pro su rivestimentu  pro sos pontinos.  At partetzipadu a fraigare su campu de aviatzione de s’Alighera , de s’istrada chi giughet a Tàtari e a meda àteros traballos de importu. Sa vida chi at fatu est istada semper una vida sana sena perunu etzessu nen mandighende nen bufende, a fora de su “ciamparioti” (binu mischiadu a gazosa) chi si bufait  onni die.  A die de oe faghet galu traballos cun sa pedra e cun sa linna chi faghent bella mustra in domo sua e chi issu faghet bìdere a chie lu andat a bisitare. Est un’òmine de bonu coro e donat  a totu sos contzitadinos suos carchi presente in ocasione de eventos de importu. Est un’ esèmpiu pro totu, pro sa gana de bìvere chi galu at e nois totu l’ auguramus potzat èssere sanu e allegru pro annos meda. Augùrios meda pro sa die chi at a cumprire sos annos e chi at a festare su 8 de santandria  cun s’afetu de sa famìllia sua e de totu sos cheremulesos .



Condividi l'articolo: Condividi

Seguici su WhatsApp e Telegram

Unisciti ai nostri canali WhatsApp e Telegram per ricevere gli aggiornamenti di Àndala noa (Info)

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Museo archeologico nazionale Antiquarium Turritano e area archeologica (Porto Torres)

    L’Antiquarium Turritano, inaugurato nel 1984, raccoglie materiali archeologici che documentano le diverse fasi di vita della città romana di Turris Libisonis, secondo plinio il Vecchio l'unica...

  • Sardinia, a unique land

    Unique as the imprint of the human multitude that has been traversing and dancing in the Mediterranean for thousands of years, sowing cultures, knowledge, memories and dreams. Unique as the...

  • Civico museo archeologico "Alle Clarisse" (Ozieri)

    Inserito nel complesso che fu sede del convento delle Clarisse, completamente restaurato negli anni Novanta, il Civico Museo Archeologico è dedicato all'archeologia del territorio di Ozieri e...

  • Museo Storico della Brigata Sassari (Sassari)

    Museo di storia militare ubicato al piano terra della caserma La Marmora, sorta nel sito dell'antico castello aragonese di Sassari. È stato realizzato per ricordare le gloriose tradizioni della...

  • Nuraghe Arrubiu (Orroli)

    Si tratta del nuraghe più grande della Sardegna e l'unico con cinque torri, tra quelli finora indagati. Viene chiamato Gigante rosso, arrubiu in sardo, per il caratteristico colore rosso dei licheni che...

Dal nostro archivio

Con la cultura si possono fare grandi cose

Seguici sui nostri canali

Cerca nel sito