Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina



Su nuraghe de Santu Pedru de Sorres

Su nuraghe  de S. Pedru de Sorres, in su comune de Boruta, est unu de sos monumentos de prus importu postos a inghìriu de su pranu de Mura. S’agatat in sa parte arta de su montigru, prus o mancu a 524 m s.l.m. in sos tretos de sa catedrale in istile romànicu de S. Pedru.

Si podet dare chi sa funtzione sua esseret istada militare a printzipiare dae s’edade de su Brunzu Reghente finas in sas èpocas imbenientes istòricas (Pùnica, Romana, Vandàlica, Bizantina, Giuigale). S’architetura de custu nuraghe est de su tipu a tholos, est polilobadu. Oe nde restant sas ruinas in pedra bianca chi sunt testimonzos de s’imponèntzia chi s’edifìtziu deviat àere.

Restat s’intrada chi nche leat a sa turre printzipale, mancat s’architrave e s’istìpite de manu manca. A destra de s’intrada si podet bìdere su nìciu a forma semiellìtica narada a “garitta”. A manu manca de s’intrada s’andat a s’iscala, fata intro su muru, gràtzias a custa si podiat lompere a sos pranos de subra, oe si remunint sas primas ses iscalinas.

Sa bona cantidade de materiales de tzeràmica e de brunzu àpidos intro su nuraghe e a inghìriu, in sos traballos fatos in sos annos ’50 de su sèculu coladu, cunfirmant s’importàntzia sua in su territòriu de su Mejlogu.

(Pier Paolo Soro, IL NURAGHE S. PIETRO IN LOC. SORRES, BORUTTA (SS), IpoTESI di preistoria, Vol.3, 2010.)



Condividi l'articolo: Condividi

Cerca

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

Seguici sui nostri canali

Festival Morròculas

morroculas

Translate

Con la cultura si possono fare grandi cose

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Grotta Gana 'e Gortoe (Siniscola)

    Dal cuore dell’abitato di Siniscola, in via Olbia, si accede alla bellissima grotta di Gana ’e Gortoe. La grotta, utilizzata fin dalla Preistoria (come dimostra il vasellame rinvenuto all'interno) e durante...

  • MAP - Museo archeologico e paleobotanico (Perfugas)

    Ospitato nei locali già in uso per il mercato del bestiame, il museo raccoglie ed espone le testimonianze archeologiche, dal Paleolitico al Medioevo, provenienti da tutto il territorio dell’Anglona. Comprende...

  • Giardino Sonoro Pinuccio Sciola (San Sperate)

    Un museo all’aperto per conoscere il genio e l’arte di Pinuccio Sciola. Il Giardino Sonoro è un luogo che custodisce pietre megalitiche, pervaso dal profumo degli agrumi. Uno spazio artistico senza...

  • Parco naturale regionale Molentargius - Saline (Cagliari)

    Il Parco di Molentargius, istituito nel 1999, è una zona umida di valore internazionale tra le più importanti in Europa. Costituisce, infatti, un raro esempio al mondo di ecosistema presente in aree...

  • Area archeologica di Tharros (Cabras)

    L’antico insediamento di Tharros sorge all’estremità della penisola del Sinis. La città fu fondata dai Fenici verso la fine dell’VIII secolo a.C. e venne abbandonata attorno all’anno 1050 d.C. per...

Dal nostro archivio

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Scarica Àndala App

Android apk download