Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Sardegna, terra unica - Il secondo classificato al concorso di idee

Pubblichiamo il testo di Maria Dore, seconda classificata al concorso di idee.

 733A7759 9FE2 43BE B20A 1585AAE1E8C3

Ti ho regalato il fiore dello zafferano; non sapevi di quelle distese colorate di viola sgargiante. L’ho puntato sui tuoi capelli intrecciandolo con il mio silenzio, affinché tu non ti accorgessi di nulla. Ti ho visto allontanarti verso la scogliera, guardare i grifoni che disegnavano spirali nel vento prima di approdare al nido, fra rocce inaccessibili. Mi hai cercato per il calore d’estate e il colore del mio mare, ma mi hai amato anche d’inverno, bruciando come i fuochi a Gennaio. Hai dipinto il tuo viso di nero e scandito i passi pesanti di una danza misteriosa, fra scintille di fuoco e bronzo; ti ho riconosciuto fra mille altri mentre tutto intorno risuonava il canto, gutturale, che scuoteva la terra di un brivido antico. Allora ho provato a rinchiuderti nella mia misteriosa torre di pietra, e parlarti nella mia lingua, per te straniera, così da non lasciarti andare più via, sicura che avresti capito. Ti ho raccontato dei Giganti di pietra bianca, che per secoli volsero lo sguardo verso il mare a guardia del Regno, prima di liberarti. Hai guardato per un’ultima volta i coralli che mi adornavano prima di lasciarmi. Dimmi, ora; hai ripensato al rumore del vento? E al sapore del mio vino, col quale hai accompagnato i versi di poeti e scrittori che mi hanno dato voce? Quelle parole salivano fino alla vetta della montagna dalla porta d’argento. Ti ci porterò, quando vorrai, perché sai, una volta sola, con me, non basta. E quando sarà di nuovo ti vestirò di sole e di velluto lucente, camminerai su un tappeto di salicornia e petali di fiori e sarà come se tu non sia mai andato via. Perché, lo hai capito: il segreto sta tutto nel tornare.  



Condividi l'articolo: Condividi

Cerca

Seguici sui nostri canali

Festival Morròculas

morroculas

Translate

Con la cultura si possono fare grandi cose

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Museo archeologico (Olbia)

    Il Museo illustra la storia della città antica e del territorio di Olbia, dalla preistoria al secolo XIX, con particolare riferimento alle fasi fenicia, greca, punica e romana dell'area urbana e...

  • Museo deleddiano (Nuoro)

    Il museo è dedicato a Grazia Deledda, unica donna italiana ad avere ricevuto il premio Nobel per la letteratura, nel 1926, e ha sede nella sua casa natale di cui conserva mobili e cimeli. Manoscritti,...

  • Museo del banditismo (Aggius)

    Il museo nasce con l'intento di trattatare il fenomeno del banditismo in Sardegna senza correre il rischio di mitizzare la figura del fuorilegge e di esaltarne le sue gesta. Il paese di Aggius è...

  • Pinacoteca Nazionale di Sassari

    Il museo si trova all'interno dell’ex Collegio gesuitico del Canopoleno, storico edificio nel centro di Sassari. La Pinacoteca ospita le importanti collezioni d’arte Tomè e Sanna, oltre a un certo...

  • Nostra Signora di Castro (Oschiri)

    Eretta alla metà del secolo XII, sorge in un'area che fu un castrum romano che ha dato il nome alla chiesa e alla diocesi di cui fu cattedrale nel Medioevo. Costruita con cantoni ben squadrati di...

Dal nostro archivio

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Scarica Àndala App

Android apk download