Ci teniamo alla tua privacy. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e ricordare le tue preferenze. Maggiori info qui. Registrandoti o accedendo al sito accetti espressamente le norme sulla privacy riportate in questa pagina
Nois bi tenimus a sa privatesa tua. Impreamus sos cookie pro megiorare s’esperièntzia de navigatzione e sas preferèntzias tuas. Agatas prus informatziones inoghe. Marchende·ti o intrende in su situ atzetas sas normas in vigèntzia subra sa privatesa marcadas in custa pàgina

Pinna e Tinteri: FRANCISCO COLOANE

Francisco Coloane fiat nàschidu in su 1910 in Quemchi, in s’ìsula tzilena de Chiloé. Orfanadu de sos genitores da chi teniat 17 annos ebbia, at a atelare una vida atrivida, aventurosa, tzertu mòvida dae su bisòngiu, ma a onni modu meressidora de su mègius romanzu.

Su cales chi Coloane est istadu pastore, cabu – iscuadra in sas siendas de sa Terra de su Fogu, catzadore de boes marinos e chircadore de petròliu in sas Bucas traschiosas de Magellanu, giornalista e cabu-redatore in Santiago de Tzile pro sa gazeta “Ùrtimas Novas”. In su 1940 at a comintzare sa carriera sua de iscritore.

Su primu libru suo, “S’ùrtimu mutzu de sa Baquenado”, contadu ispantosu de s’esistèntzia de Alejandro Silva – pro tzertos aspetos autobiogràficu – at a tènnere luego una resèssida bona meda.

In su 1944 Coloane s’at a cojuare cun Eliana Rojas, cumpàngia sua fintzas a sa morte. In su 1947 su tzilenu at a partetzipare a un’ispeditzione iscientìfica e militare in s’Antàrtide, biagende a pustis peri sa Patagònia istremenada – cun su poeta russu Evtusenko -  visitende galu sa Tzina, sa Mongòlia e sas ìsulas esòticas de Galàpagos.

Sa pinna de Coloane at simigiàntzias fungudas cun s’istile de Herman Melville e Joseph Conrad e nos ischit contare a primore de aventura, de libertade, de isfidas intre s’òmine e sa natura, de s’istòria de sa pàtria sua, su Tzile, tra ditadura e persighimentos polìticos. In su 1964 Francisco Coloane at a lograre su Prèmiu Natzionale de sa Literadura.

At a mòrrere in Santiago de Tzile s’oto de austu de su 2002.

 

A incuru de Antoni Flore

 

coloane



Condividi l'articolo: Condividi

Cerca

Seguici sui nostri canali

Festival Morròculas

morroculas

Translate

Con la cultura si possono fare grandi cose

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime iniziative. Terms and Condition
Joomla Extensions powered by Joobi

Sardegna, terra unica: attrazioni da visitare

  • Basilica di Santa Maria del Regno (Ardara)

    Eretta all'inizio del secolo XII in stile romanico-pisano con flussi lombardi, la chiesa custodisce un patrimonio artistico di eccezionale valore. La facciata, molto austera, è stranamente orientata a sud...

  • Saline Conti vecchi (Assemini)

    Le saline si estendono sui 2700 ettari dello stagno di Santa Gilla da quando, alla fine degli annni Venti del XX secolo, l'ingegnere Conti Vecchi diede vita a un ambizioso progetto per bonificare lo...

  • Museo Multimediale del Canto a Tenore (Bitti)

    Ospitato in un’ala del museo della Civiltà Pastorale e Contadina il museo Multimediale del Canto a Tenore nasce con l'intento di fare conoscere questo particolare tipo di canto unico al mondo,...

  • Museo Archeologico Nazionale di Cagliari

    La nascita del museo archeologico di Cagliari risale al 1800, quando il Viceré Carlo Felice, su proposta del Cavaliere Lodovico Baylle, fece allestire in una sala del palazzo Viceregio il Gabinetto...

  • Museo del Bisso di Chiara Vigo (Sant'Antioco)

    In questo museo-laboratorio opera il maestro Chiara Vigo, l’unica donna al mondo a lavorare e tessere la cosiddetta seta del mare, il Bisso marino, secondo una tradizione millenaria importata in...

Dal nostro archivio

Dae s'archiviu de s'ULS Meilogu

Seguici su Telegram

Ricevi le notifiche di andalanoa.it su Telegram

Unisciti al nostro canale Telegram e ricevi gli aggiornamenti di Andalanoa.it (Info)

In sardu deo? Semper, cada die, a fitianu!

“IN SARDU DEO? SEMPER, CADA DIE, A FITIANU!‟

Scarica Àndala App

Android apk download